Get Adobe Flash player
MSG or E621

MSG, E621

Monosodium glutamate (MSG), additive code E621,  is a flavor enhancer commonly added to canned vegetables, soups, processed meats and snacks. Although the Food and Drug Administration (FDA) has classified MSG as a food ingredient that’s “generally recognized as safe,” the use of MSG remains controversial. For this reason, when MSG is added to food, the FDA requires that it be listed on the label.
We can find it disguised with other innocent names such as : “Hydrolyzed protein”, “vegetable protein”, “isolated soy protein,” “soy protein concentrate,” “natural flavor”, “Enzymes”, “autolysate yeast extract” and “yeast”.
MSG has been used as a food additive for decades. Over the years, the FDA has received many anecdotal reports of adverse reactions to foods containing MSG. These reactions — known as MSG symptom complex — include: Headache, flushing, sweating, facial pressure or tightness, Numbness, tingling or burning in face, neck and other areas; rapid, fluttering heartbeats (heart palpitations), chest pain, nausea, weakness.
However, researchers have not found definitive evidence of a link between MSG and these symptoms. Researchers acknowledge, though, that a small percentage of people may have short-term reactions to MSG. Symptoms are usually minor and don’t require treatment. The only way to prevent a reaction is to avoid foods containing this additive.
So eyes wide open and let’s take the habit to read the labels of the products.
_____
Glutammato monosodico

Il glutammato monosodico (MSG), codice additivo E621, è un esaltatore di sapidità comunemente aggiunto agli alimenti, lo possiamo trovare  nelle verdure in scatola, minestre, carni trasformate e snack come patatine, ecc. Anche se la Food and Drug Administration (FDA) ha classificato il MSG come ingrediente alimentare che è “generalmente riconosciuto sicuro”, l’uso del glutammato monosodico rimane controverso. Per questo motivo, quando è aggiunto agli alimenti, la FDA richiede che sia indicato sull’etichetta del prodotto.
Possiamo trovarlo mascherato con altri nomi innocenti, come: “idrolizzato proteico”, “proteine vegetali”, “isolato proteico di soia”, “proteina concentrata di soia”, “aromi naturali”, “enzimi”, “autolisato di estratto di lievito” e “lievito”.
Il glutammato monosodico è stato utilizzato come additivo alimentare per decenni. Nel corso degli anni, la FDA ha ricevuto molti rapporti aneddotici di reazioni avverse agli alimenti che lo contengono. Queste reazioni – conosciute come sintomi del MSG – comprendono: mal di testa, rossori, vampate, sudorazione, pressione o tensione facciale, intorpidimento, formicolio o bruciore in viso, collo e in altre zone, palpitazioni, dolore toracico, nausea, debolezza.
Tuttavia, i ricercatori non hanno trovato prove definitive di un legame tra glutammato monosodico e questi sintomi. I ricercatori riconoscono, però, che una piccola percentuale di persone possano avere reazioni a breve termine per l’ingetsione di glutammato monosodico I sintomi sono generalmente lievi e non richiedono trattamento. L’unico modo per evitare una reazione è quello di evitare gli alimenti che contengono questo additivo.
Quindi occhi aperti e prendere come abitudine leggere le etichette dei prodotti.

Lascia un commento

iwillbegreen