Get Adobe Flash player

In casa siamo circondati da batterie e pile che utilizziamo in diversi apparecchiature: orologi, telecomandi, macchine fotografiche digitali, spazzolini di denti,ecc. Poi se si ha un bambino, l’acquisto e utilizzo di queste è più frequente se i giocatoli funzionano a pile, peggio ancora se il giocatolo ne ha bisogno di più di due. Noi abbiamo risolto acquistando due set di batterie ricaricabili. Le batterie ricaricabili costano di più delle pile alcaline tradizionali, ma il risparmio si vede se teniamo in conto che possono essere ricaricate circa 500 volte.

Le pile purtroppo contengono metalli come mercurio, zinco, rame, cadmio, nichel, piombo e argento. I metalli pesanti come cadmio, piombo o mercurio sono molto inquinanti  per l’ambiente e se sono dispersi in natura in modo non appropriato possono essere assimilati dall’uomo e animali. Per questo motivo la raccolta differenziata delle pile è molto importante e noi possiamo dare il nostro contributo per evitare l’impatto negativo di questi nell’ambiente se non smaltite in modo corretto. Molti supermercati hanno il bidoncino per questa raccolta. Alcuni bidoni sono anche stati mesi vicino alle fermate degli autobus o vicino alle scuole materne. Per non portare a spasso le pile in tasca e dimenticarci di metterle nel bidone e fare la raccolta più semplice , vi consigliamo di crearvi un contenitore personalizzato apposta da tenere  in casa. Delle idee per il nostro contenitore personalizzato potrebbero essere una piccola scatola di metallo o cartone, una lattina, un barattolo di sugo, il tubo delle patatine Pringles. Quando questo contenitore sarà pieno, allora  lo portiamo per svuotarlo nel bidone della raccolta pile più vicino casa nostra.

Ricordatevi di lavare le mani dopo aver maneggiato le batterie e non lasciare mai giocare i vostri bimbi piccoli con queste. Fate se possibile il cambio alle pile ricaricabili.

Lascia un commento

iwillbegreen