Get Adobe Flash player
Lost Angel - Pink sherbet flickr

Lost Angel - Pink sherbet flickr

E’ la mia vita, un’espressione che molti figli dicono ai genitori quando vengono ripresi e ormai pensano di avere una certa età. È la mia vita, parole dure che non sai quanto danno fanno al cuore di chi se le sente dire. E’ la mia vita, pensiero un po’ egoistico che ti porta a fare dei gesti e prendere decisioni che non hai idea quanto influiscono sulle persone che ti circondano e che ti vogliono bene. Mia sorella è riuscita a sottomettersi ad un intervento chirurgico molto rischioso all’insaputa dei familiari. Quale? la famosa addominoplastica. Lei, giovane, mamma di due bimbi, il secondo partorito al momento di questo intervento ad una distanza di 9 mesi e che allattò per 4 mesi. Quanto forte poteva essere il suo corpo? Quanto poteva resistere?. Non molto, perché appena iniziato l’intervento ebbe un arresto cardiaco. Il suo cuore smette di battere per più di 20 minuti e dopo diversi tentativi di rianimazione è tornata a vivere. L’arresto cardiaco le ha causato delle gravi conseguenze e si ritrova in uno stato di coma vegetativo. Lei è viva e ci sente, ma ancora non riesce a comunicare e ci vorrà del tempo per la sua guarigione. Nel frattempo due bimbi crescono senza madre, una madre assiste una figlia immobile, un marito ha e non ha una moglie. Racconto questa storia per due motivi : Questo intervento, oppure la mini addominoplastica sono visti come una passeggiata, un modo veloce e senza fatica per tirare via il grasso e la pelle in eccesso dopo una gravidanza oppure dopo una dieta fortissima, ma chi dice che dietro di questa puoi trovare la morte? Nessuno!. Vi invito a fare una ricerca e vedere se viene scritto nero su bianco. Parlano di rischi, di recarsi ad una struttura attrezzata bene se sorgessero delle complicanze. Ma una persona che sogna ad occhi aperti vedere cambiare il suo corpo, abbellirsi ci pensa a questo?, sa il significato di tutte le parole e termini medici descritti e impiegati?. Non credo. Appena si è sparsa la voce su quello che era accaduto alla mia sorella, molte delle mie amiche mi hanno confidato di aversi rifatte anche loro, ho visto anche le loro cicatrici ancora non scomparite  e purtroppo ho notato l’attimo di stato di  shock sui loro visi perché non s’immaginavano a cosa poteva portarli “quel  intervento” e si sentivano fortunate. Il secondo motivo e che nonostante sia passato un po’ di tempo mi frulla ancora in testa: cosa avranno pensato le persone con cui lei si è confidata?, si saranno resi conto che il farsi fatti suoi in determinati momenti non é il migliore modo di reagire?. Purtroppo sono poche le persone che hanno tempo per ascoltare e decifrare cosa c’è dietro certe frasi o dialoghi. Chi poteva consigliarla? Chi poteva fermarla? Come si sentiva lei? Non ha voluto confidarsi con noi, i suoi famigliari, perché sapeva che l’avremmo fermata ed è stata davvero sciocca. D’altra parte e con molta tristezza ho notato che questa società è piena di superficialità e bisogna lavorare duro per riprendere i veri valori, per fare che le persone si accettino come sono e non lasciarsi influenzare per i “modelli superficiali” che vuole imporre la società. Ascoltate i vostri figli, siate sinceri con i vostri amici, torniamo ad essere come prima e non isoliamoci. I cellulari? Vanno benissimo. I messaggini? I social network? Chat Ok, sempre e quando questo non ti tolga il contatto umano, le parole, l’abraccio, lo scambio di sguardi, la sincerità.
I commenti li ho vietati. Desidero solo condivere questa storia perchè voglio dare il mio contributo per fare aprire un po’ gli occhi alle persone e se desiderate sottomettervi a questo tipo di intervento prendetevi il tempo necessario per valutare altre alternative. Donne: siamo tutte belle così! Se ci sentiamo a disagio per qualche piccolo “difetto” estetico, impariamo ad amarci e volerci bene così. Vale di più come siamo fatti dentro nonchè il fisico. Uomini : amate di più le vostre donne e fatele sentire come delle regine. Ragazze e ragazzi : il futuro è vostro, siete voi che potete fare la svolta. Non lasciatevi convincere dalla pubblicità e i mass media che abbonda di foto ritocchi e fantasia.

Che non accada a nessun altra persona!

iwillbegreen