Get Adobe Flash player
Pelliccia finta La Redoute

Pelliccia finta La Redoute

Inizio l’anno con un gran dilemma etico, mi compro un gilet in pelliccia finta oppure lascio perdere? Uno in pelle vera non ci penso proprio. Non per il prezzo, ma per gli animali di cui sono fatte e il quantitativo di pelli di cui ne hanno bisogno per confezionare un singolo capo. E da ottobre che desidero un gilet e ne ho visti di diversi tipi in diversi negozi da tutti i prezzi, anche nei mercatini. Ma non mi decido ad acquistarlo ancora perché mi chiedo mille volte se il colore é abbinabile a tutto quello che ho, se il tipo di stampa non mi stancherà e finirà come un acquisto compulsivo inutile. Infine dovrà essere un capo davvero bello che mi faccia strisciare il bancomat e pensare di meno che:

Le pellicce finte sono comunque dannose per l’ambiente perchè sono fatte con poliestere ed altri prodotti chimici. Secondo il Global action Network, un cappotto lungo di finta pelliccia contiene 1,3 Kg di materiale sintetico, che in termini energetici equivale a 5 litri di petrolio. Il produrre una pelliccia vera con pelli di animali cacciati costa circa 3,5 volte in più e una con peli di animali da allevamento circa 15 volte.

Fate molta attenzione alle maglie proposte con inserti, questi possono essere inserti di pelle vera e tanti animali vengono uccisi per ricavarli.

Nel frattempo cercherò se qualcuna barter sulle comunità on-line di baratto offre qualcosa di simile. Magari evito che finisca  in discarica.
Quest’anno nel mondo della moda un paese ha fatto un passo gigante e per la prima volta in Norvegia durante la Oslo fashion week saranno vietate le sfilate con capi di pellicce vere.

Una risposta a Pelliccia vera o finta?

Lascia un commento

iwillbegreen