Get Adobe Flash player
Riciclo medicine scadute

Riciclo medicine scadute

Sciroppi, analgesici, antidolorifici,antibiotici… . Ci sono diversi farmaci che ci sono prescritti dal nostro medico curante e alcuni di automedicazione che purtroppo molti vengono in confezioni e quantità che ce ne avanza parecchio una volta finita la cura. Poi cosa facciamo con quello che c’è avanzato?. Rimangono nei cassetti finché scadono e dobbiamo buttarli via. Forse dovremmo chiedere prima al dottore il nome generico oppure principio attivo, così evitiamo di acquistare altre confezioni ( anche se vengano totalmente o parzialmente coperti dalla mutua) di qualcosa che abbiamo già in casa. Questo mi è già successo con diversi malori invernali curati con Nimesulide (principio attivo) prescritti come Sulidamor e Aulin. Se avesse saputo prima che si trattava dello stesso principio attivo non l’avrei acquistato e accumulato tutte quelle bustine nella parte superiore della mia credenza. Sarebbe opportuno farsi un piccolo elenco di quello che si ha e controllare la data di scadenza.

I medicinali scaduti si convertono in rifiuti speciali perché contengono principi attivi che possono alterare l’ecosistema . Ricordiamoci di restituirli nelle farmacie e negli ambulatori delle ASL (Aziende Sanitarie Locali) che dispongono degli appositi contenitori per la raccolta differenziata dei farmaci. Prima di consegnare i medicinali scaduti possiamo recuperare del materiale utile che può essere riciclato. Ad esempio la carta dei foglietti illustrativi e il cartone della confezione, oppure i flaconi di vetro o plastica che contengono le pillole.

Dobbiamo fare molta attenzione a non lasciare mai i farmaci alla portata dei bambini, potrebbero ingerirli con gravi conseguenze scambiandoli per caramelle.

Una risposta a Riciclo medicinali scaduti

  • Barbara scrive:

    Ma dai! Proprio oggi ho scritto un post sullo stesso argomento in cui, oltre alle cose che suggerisci tu, consiglio anche di non lasciar scadere i farmaci e donarli ad associazioni ed ong che si occupano di raccolta e smistamento di questi farmaci per inviarli nei paesi in via di sviluppo.
    Ricordiamoci sempre che ciò che per noi è superfluo per altri è vitale.
    Blog interessantissimo!!!

Lascia un commento

iwillbegreen