Get Adobe Flash player
Fragranza nei profumi

Fragranza nei profumi

Una rosa può essere una rosa. Ma la fragranza di rosa nel tuo profumo potrebbe  essere qualcosa completamente diversa, inventata da un qualsiasi numero di ingredienti prelevati dalle 3.100 fragranze chimiche disponibili nel settore chimico industriale e la miscela di queste è quasi sempre tenuta nascosta al consumatore.
I produttori di profumi popolari, colonie e spray per il corpo chiamano i loro profumi con termini come “floreale”, “esotici” o “muschiato”, ma non rivelano che molti profumi sono effettivamente un cocktail complesso di essenze naturali e sostanze chimiche sintetiche – spesso derivate dal petrolio. Prove di laboratorio commissionate dalla Campagna per Cosmetici Sicuri e analizzati da Environmental Working Group ha rivelato 38 componenti chimici segreti  in 17 prodotti di profumi di marca, In cima American Eagle Seven con 24, Coco Chanel con 18, e Britney Spears Curious e Giorgio Armani Acqua Di Gio con 17.

Grafico fragranze testate - EWG

Grafico EWG fragranze testate

Il prodotto fragranza media testato contiene 14 sostanze chimiche segrete che non compaiono nell’ etichetta e fra queste purtroppo ci sono sostanze chimiche associate a perturbazioni ormonali e reazioni allergiche, e molte altre sostanze che non sono state ancora valutate per la sicurezza nei prodotti di cura personale.

Nella fila di componenti non menzionati ci sono sostanze chimiche con proprietà pericolose o con una propensione ad accumularsi nei tessuti umani. Queste includono il dietil ftalato, una sostanza chimica trovata nel 97 per cento degli americani (Silva 2004) e legata ai danni degli spermatozoi umani in studi epidemiologici (Swan 2008), ed il muschio chetone, un ingrediente sintetico che si concentra nel tessuto adiposo umano e nel latte materno (Hutter 2009; Reiner 2007).
Attualmente, le formulazioni delle fragranze sono considerate “segreti industriali” e ai produttori non è richiesto di rivelare sull’etichetta  le sostanze chimiche usate nei loro prodotti. Come risultato, i produttori rivelano alcuni costituenti chimici sulla lista degli ingredienti ma altri vengono raggruppati nella categoria generica : “fragranza”. Infatti, le “fragranze ” sono in genere miscele di molte sostanze chimiche segrete, come quelle scoperte nello studio svolto da EWG. In media, i 17 profumi di marca testati in questo studio contenevano un  numero quasi uguale di ingredienti segreti ed etichettati, con 14 prodotti chimici nascosti, ma ha trovati attraverso il controllo, e 15 menzionati sulle etichette.
Secondo l’analisi di EWG, l’industria dei profumi ha pubblicato le valutazioni di sicurezza per solo il 34% degli ingredienti non menzionato nelle etichette (per i dettagli delle analisi, vedere la sezione metodi). Le sostanze chimiche non sottoposte a valutazione vanno dagli additivi alimentari, la cui sicurezza nei profumi non è stata valutata, a sostanze chimiche con limitati dati di sicurezza pubblica come ad esempio le fragranze sintetiche al  muschio, che si accumulano nel corpo umano e possono essere associate alla perturbazione ormonale.
Molte sostanze chimiche dai profumi, cosmetici e prodotti per la cura personale sono inalate o assorbite dalla pelle quando vengono spruzzate o spalmate.  In ogni caso, molte di queste sostanze chimiche possono accumularsi nel corpo. Come risultato i corpi di molte persone sono inquinate con più ingredienti cosmetici. Questo inquinamento inizia già nel grembo materno e continua attraverso la vita.

Basta inganni… meglio essere “meno sexy” e con “più salute” spruzzandoci profumi davvero naturali e non molto famosi.

Una risposta a Il tuo profumo: Che sostanze chimiche nocive nasconde?

  • iobioshop.it scrive:

    I profumi sono micidiali, un concetranto di schifezze!
    Concordo pienamente, meglio essere meno “sexy” ed utilizzare profumi davvero naturali o semplicemente utilizzare una buona crema bio con profumazioni derivanti da oli essenziali o estratti naturali di piante!

Lascia un commento

iwillbegreen