Get Adobe Flash player
Alessia Negri

Alessia - eco eroina

Ho potuto scambiare due chiacchiere con Alessia, una ragazza che vive in provincia di  Alessandria e che dal 2009 ha iniziato il suo percorso verso una vita più eco- compatibile. Alessia così giovane combatte per portare avanti i suoi ideali. Fin da piccola considerava la sua sensibilità il suo tallone d’Achille, ma che ora sta diventando il suo punto di forza. Tutto è iniziato un giorno che cercava dei test su internet e invece le sono uscite come risposte alle sue ricerche articoli che parlavano su test di animali, vivisezione, e una lista di marche da prodotti cosmetici da non comprare perché facevano queste pratiche. Aveva “lasciato perdere” convinta che si trattasse di cose banali, ma dopo 3 giorni le girava ancora in testa quanto aveva letto e ha iniziato a perdere nottate davanti al pc alla ricerca d’informazione sulla crudeltà commessa sugli animali, trovando purtroppo di tutto e di più. Da un giorno all’altro smessi di mangiar carne, e si è accorta che ci cibiamo solo di quella.
Da dicembre del 2009 è diventata tendenzialmente vegan (non mangia cadaveri, né latticini e derivati, né uova, né niente che provenga da animali) salvo rari casi in cui è invitata a mangiare e li offrono qualcosa di dolce o la frittata, ma sono rari casi che si augura scompaiano. Alessia compra prodotti cruelty free, o almeno cerca di farlo, ma non nasconde che con tutte le certificazioni a volte si fa confusione!. In effetti ha creato un gruppo in facebook che si chiama “cosmetici cruelty free eco-bio possibilmente!”. Utilizza la coppetta mestruale e gli assorbenti lavabili, si trova benissimo e non ha più usato nemmeno un proteggislip e l’idea di tornare agli usa e getta la terrorizza. Dai suoi prodotti per l’igiene e cura del corpo ha eliminato il balsamo (prima si pettina, e con gli shampoo ecobio non ne ha più bisogno), e il bagnoschiuma, usa il sapone di origine vegetale con cui si trova molto meglio. Per le pulizie domestiche utilizza alternative valide come olio essenziale, aceto o bicarbonato, limone e acqua calda o vaporetto eliminando così molti detergenti inutili. I vecchi shampoo o bagnoschiuma con ingredienti schifosi non li ha buttato via ma per finirli sono stati riutilizzati per pulire altri oggetti. Per pulire le macchie dal bucato utilizza uno spray con acqua e ci mette dentro gli avanzi dei suoi saponi. Purtroppo dice che ha ancora la casa invasa da veleni e che è difficile smaltirli. Per Alessia è fondamentale spargere la voce e parlare delle diverse scelte che si possono fare per avere una vita molto più ecologica. Ci sono altre cose di cui vergognarsi e per lei una di queste è il fatto che anche in Italia ci siano laboratori di vivisezione e trova contraddittorio che le ragazzine comprino prodotti testati e poi dicano che amano gli animali.

Alessia ci saluta, ringraziandoci per stimarla per quello che fa perché non sono poche le persone vicine a lei che la credono “fuori dal mondo”.

P.s.: Alessia, brava! Vai avanti!. Sei un’eco-eroina e come tu siamo in tanti che crediamo in un mondo migliore, un mondo più naturale e meno materiale.

Una risposta a Alessia: i miei passi verso un mondo ecologico

  • Alessia scrive:

    Eheh.. oddio grazie! Fa un pò senso vedere la mia faccia sul tuo sito, e ci sono sicuramente gruppi più attendibili del mio, che ora è stato cmq imbordellato da fb, però magari qualcuno la legge e potrebbero venirgli spunti! Il che non fa mai male, visto che il margine di MIGLIORAMENTO è infinito!

Lascia un commento

iwillbegreen