uova sode pronte

Uova soda o albume cotto pronto

Food, Vari
Luglio, 23 2019

Voi comprereste nel supermercato due uova sode pronte? oppure 2 vaschettine di albume cotto pronto? Questa mattina sono andata al supermercato in compagnia di mia figlia e cercavo dell’albume per i miei pancakes mattutini ed è stata lei a dirmi: Mamma! Non ci credo! Guarda cosa hanno fatto? Quanto spreco! Due uova già pronte?

Prendo le confezioni ed scatto la foto perché anche per me questa è roba che non riesco a concepire. Dove stiamo arrivando? Guardate: due marche che usano plastica e cartone, per un contenuto da mangiare in 15 minuti?. E’ ovvio che chi acquista questo deve poi abbinarlo all’insalata o qualcun altro piatto pronto, lasciando altri imballi superflui e sprechi. I FridaysForFuture sono andati a quel paese. Questa invenzione è paragonabile al mandarino sbucciato che girava nel web confezionate in vaschetta di plastica.

A dire il vero, non è che sia una novità questo uovo sodo, già altra marca l’anno scorso l’annunciava e ovviamente poi le altre aziende tendono a seguire il trend. Come lo è quello delle minestre già pronte da scaldare in microonde.

Ma quanto difficile è cucinare un uovo sodo? In tutto circa 10 minuti. Poi tagliarlo è un ingombro? Una volta cotto, vi racconto la mia tecnica, con la quale non sapevo d’aver sbalordito una mia amica e insegnato come farlo in una cena a Pasqua. Una volta raffredato, sotto un getto d’acqua fredda si  prende un coltello e si taglia la metà. Poi con un cucchiao lo sollevi dalla punta, tipo  scavando (come si fa con il kiwi), esce bello completo e non fai la figura a tavola di lasciare tutti i pezzetti sparsi sul piatto (se è questo l’imbarazzo).

Comunque alla domanda, io rispondo di no. Già cerco le uova da ‘galline contente allevate all’aperto’ e l’albume possibilmente Biologico.

Ultimi Articoli: